15 SEGNI CHE SEI UN INTROVERSO CON ANSIA AD ALTO FUNZIONAMENTO

L’ansia è la voce in fondo alla tua testa che dice, “Sta per succedere qualcosa di brutto.”; è quella cosa che ti tiene sveglio fino alle 2 del mattino pensando a qualcosa di imbarazzante che hai fatto, magari cinque anni fa.

L’ansia non riguarda solo gli introversi e non tutti gli introversi sono ansiosi. Si tratta di 2 concetti con significati differenti:

  •  L’introversione è una preferenza per ambienti calmi e poco stimolanti
  • L’ansia è un termine generico che indica disturbi che causano eccessiva paura, preoccupazione e nervosismo.

Tuttavia, per molti introversi, l’ansia è una parte importante della loro vita. In effetti, secondo la dottoressa Laurie Helgoe, l’ansia è più comune tra gli introversi che negli estroversi.

A volte l’ansia è ovvia (basta pensare agli attacchi di panico), ma non sempre è così. Molte persone vivono con una forma segreta di ansia chiamata “ansia ad alto funzionamento .” Apparentemente, sembrano avere tutto sotto controllo, possono persino condurre una vita di successo, nessuno direbbe dall’esterno che sono guidati dalla paura. A volte nemmeno loro si rendono conto di soffrirne.

Sebbene non sia una diagnosi ufficiale, l’ansia ad alto funzionamento è qualcosa con cui molte persone si identificano. È strettamente correlata al disturbo d’ansia generalizzato, che colpisce 6,8 milioni di adulti negli Stati Uniti, con donne che hanno il doppio delle probabilità di sperimentarlo rispetto agli uomini.

Di seguito elenco i 15 sintomi più comuni dell’ansia ad alto funzionamento:

1. Essere sempre pronti e preparati. Spesso la tua mente salta allo scenario peggiore in qualsiasi situazione. Di conseguenza, ti fai trovare sempre pronta ad affrontare il peggio. La gente ti vede come una persona affidabile ma poche persone sanno che la tua mentalità “pronta a tutto” proviene dall’ansia.

2. Stare per impazzire, ma dimostrarsi stoici. È interessante notare come molte persone con ansia non rivelino quanto siano nervose, il ché è un’altra ragione per cui spesso rimane segreta. Potresti aver imparato a “compartimentare” le tue emozioni mostrando solo quelle positive;

3. Vedere il mondo in modo differente. La tua ansia non è “solo nella tua testa”. I ricercatori del Weizmann Institute of Science in Israele hanno scoperto che le persone che sono ansiose vedono il mondo in modo diverso rispetto alle persone che non sono ansiose. Nello studio, le persone ansiose erano meno in grado di distinguere tra uno stimolo sicuro e uno che era associato a una minaccia. Le persone ansiose generalizzano le esperienze emotive, anche se non sono minacciose.

4. Sentire costantemente il bisogno di fare qualcosa. Spesso l’introverso non ha mai tempo libero; questo non significa necessariamente che sta partecipando a molti eventi sociali ma che potrebbe avere la frenesia a fare sempre tante attività. Rimanere occupato distrae dall’ansia e dà un senso di controllo;

5. Avere successo. Orientato al risultato, organizzato, attento ai dettagli e proattivo nella pianificazione futura, potresti essere l’immagine del successo. Il problema è che per te non è mai abbastanza. Hai sempre la sensazione che dovresti fare di più.

6. Paura di deludere gli altri. Potresti essere un “accontentatore”. Hai tanta paura di vedere gli altri rimanerci male e quindi lavori duramente per rendere felici tutti attorno a te, anche se questo significa sacrificare te stesso.

7. Chiacchiera nervosa. Anche se sei un introverso che preferisce la calma e la tranquillità, chiacchieri molto per il nervosismo. Per questo, a volte sei scambiato per un estroverso.

8. Evitamento. Hai ristretto il tuo mondo per evitare di essere sopraffatto. Ti attieni alla routine e alle esperienze familiari che ti danno un senso di comfort e controllo; eviti intense esperienze emotive, come viaggi, eventi sociali, conflitti o qualsiasi altra cosa che possa scatenare la tua ansia.

9. Inclinazione a rimuginare e a pensare troppo. Tendi a ripensare spesso a quello che è successo di negativo ripetendo nella tua testa continuamente gli errori commessi non dandoti la possibilità di goderti il momento.

10. Perfezionismo. Cerchi di calmare le tue preoccupazioni ottenendo buoni risultati al lavoro o un aspetto desiderato. Questo può portare a risultati positivi, ma ha un costo. Potresti avere una mentalità “tutto o niente” (“Se non sono il miglior studente, allora sono il peggiore”). Potresti avere aspettative irrealistiche su te stesso e una paura catastrofica di non riuscire a soddisfarle.

11. Dolori o tic. Secondo la psicoterapeuta Annie Wright , la tua ansia potrebbe manifestarsi fisicamente nel tuo corpo come frequente tensione muscolare o dolore.

12. Stanchezza costante. La tua mente è sempre in movimento, quindi hai difficoltà ad addormentarti o ti svegli spesso durante la notte. Anche quando dormi bene, ti senti stanco durante il giorno, perché affrontare un costante livello di ansia è estenuante.

13. Sussultare facilmente. Questo perché il tuo sistema nervoso è accelerato. Una porta sbattuta o altri suoni inaspettati ti fanno sobbalzare.

14. Irritazione e Stress. Stai vivendo con costante stress, quindi anche problemi minori o semplici fastidi hanno il potere di abbatterti.

15. “Basta fermarla”. L’ansia non è qualcosa che puoi dire a te stesso di smettere di avere. In effetti, i  ricercatori del Weizmann Institute of Science hanno scoperto che le persone ansiose hanno un cervello un po ‘diverso rispetto alle persone che non lo sono. Hanno notato che le persone non possono controllare le loro reazioni ansiose a causa di una fondamentale differenza cerebrale.

Tuttavia, puoi imparare ad affrontare la tua ansia e diminuirla notevolmente. 

Progress Bar Uninstalling with the text: Anxiety

 

Se stai lottando con l’ansia ad alto funzionamento, ecco 7 modi per calmarla:

1. Conoscere i sintomi dell’ansia ad alto funzionamento. Per determinare se soffri di questa forma d’ansia conta quanti dei 15 segni appena elencati ti appartengono. Più sono i segni con cui ti identifichi, più è probabile che tu soffra di ansia.

2. Qual è la vera ragione dietro la tua paura? Prima che l’ansia colpisca di nuovo, prenditi un po’ di tempo per riflettere. In quanto introverso, l’autoanalisi probabilmente ti viene naturale. Tieni un diario in cui scrivi l’ultima volta che ti sei sentito ansioso o, se ti senti a tuo agio, parlane con un amico  o un terapeuta. A volte, l’ansia deriva spesso dal volere che gli altri ci amino e ci approvino. Se posso fare tutto perfettamente, nessuno può criticarmi! (Almeno è quello che pensa il cervello ansioso.) Se riesci a raggiungere la sua radice, la tua ansia avrà meno potere su di te.

3. Osservare il tuo stato mentale come se fossi qualcun altro. Questo richiederà del tempo per imparare a farlo, ma puoi allenarti a guardare la tua mente dalla prospettiva di un osservatore neutrale. Cosa sta succedendo lì in questo momento? Stai avendo pensieri negativi? Pensieri ansiosi? Piuttosto che etichettare quei pensieri come buoni o cattivi o scegliere di agire subito su di loro, diventa semplicemente consapevole di ciò che stai vivendo. Quindi, dai un nome a questi sentimenti. È ansia? Tristezza? Preoccupazione? Paura? La ricerca dimostra che è possibile ridurre ciò che si sperimenta semplicemente riconoscendo un’emozione negativa e chiamandola con il suo nome.

4. Il tuo termostato interno non ha sempre ragione.  Molte volte, i nostri cervelli producono letture false. Ci dicono di essere spaventati o ansiosi in situazioni che non sono in realtà minacciose. Questa risposta probabilmente ha qualcosa a che fare con l’amigdala, la parte primitiva del cervello associata all’elaborazione delle emozioni. Ciò non significa che non dobbiamo mai fidarci di ciò che i nostri sentimenti ci dicono. Al contrario, le nostre emozioni ci forniscono dati preziosi. Ma a volte, i dati sono disattivati e non per colpa nostra. Quando ti senti ansioso, ricorda a te stesso che i tuoi sentimenti potrebbero non riflettere in modo accurato la situazione.

5. Cambia l’ambiente o la tua attività. A volte, non importa quanto sforzo mentale si metta, il corpo si rifiuta di calmarsi. Il  cervello si blocca in un circolo di pensieri ansiosi, giocando scenari spaventosi o pensieri negativi. Questo è quando si ha bisogno di un cambiamento, un cambiamento dell’ambiente o l’attività che si sta svolgendo. Fare un cambiamento costringerà il tuo cervello a spostarsi lungo una traccia diversa. Interrompi qualsiasi cosa tu stia facendo, alzati, ascolta una canzone, vai al tuo bar preferito, fai un lavoro domestico o fai qualche commissione. Se sei al lavoro o a scuola, se possibile, fai una pausa, vai in bagno, inizia a lavorare su un compito completamente diverso o qualsiasi cosa diversa da ciò che stavi facendo in quel momento. Quando il tuo programma lo permette, fai un po ‘di esercizio aerobico, come camminare velocemente o fare jogging. Dopo soli cinque minuti di esercizio aerobico, il tuo cervello inizierà a stimolare gli effetti anti-ansia.

6. Prendi un mantra e usalo regolarmente. Potresti provare con: “Sto facendo del mio meglio.” “È solo un momento, passerà.” “Forse non sto bene adesso, ma presto starò bene.” Il mio è, “Le cose non andranno così male come pensi che succederà.”

7. Trascorri ogni giorno un po’ di tempo in cui ti rilassi. In quanto introverso, sai già che hai bisogno di tempi di inattività per sentirti al meglio. Secondo la psicoterapeuta Linda Esposito, puoi affrontare in modo proattivo l’ansia dedicando intenzionalmente il tempo al relax ogni giorno. Questo ti aiuterà a praticare tecniche calmanti prima che la tua ansia prenda il sopravvento.

Fonte: https://www.psychologytoday.com/us/blog/the-secret-lives-introverts/201805/15-signs-youre-introvert-high-functioning-anxiety

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...